Esercizi dell‘Osteopata per l’anca

Anca Esercizi Osteopata

Senti dolori all’anca? Fai fatica a muoverti o non riesci a camminare bene?

E’ possibile che tu abbia qualche problema all’anca. In questa pagina potrai trovare degli esercizi utili ad alleviare il tuo problema.

Bada bene però: non esagerare e soprattutto rivolgiti ad un osteopata che può verificare il tuo problema ed aiutarti!

Contattami per programmare la tua prima visita dell’osteopata. Sono osteopata a Milano e Segrate!

Nel frattempo ecco degli esercizi per te!

ESERCIZI (CLICCA SULLE IMMAGINI SOTTOSTANTI PER APRIRE I VIDEO)

1. TRAZIONE DELL’ANCA (TESTA DEL FEMORE) IN ANTERIORITA’

Questo esercizio serve per mobilizzare la testa del femore (anca) in anteriorità. Può essere effettuato con degli elastici o una cinghia per bagagli. Mantenere la tensione per almeno 10 secondi. Da ripetere 5 volte.


2. TRAZIONE DELL’ANCA (TESTA DEL FEMORE) IN  ROTAZIONE INTERNA

Questo esercizio serve per mobilizzare la testa del femore (anca) in rotazione interna associata a decoattazione. Può essere effettuato con degli elastici o una cinghia per bagagli. Mantenere la tensione per almeno 10 secondi. Da ripetere 5 volte.


3. STRETCHING MUSCOLI ADDUTTORI

Questo esercizio serve per effettuare lo stretching dei muscoli adduttori.  Mantenere la posizione per almeno 30 secondi. Da ripetere 5 volte.


4. STRETCHING MUSCOLI GLUTEI 1

Questo esercizio serve per effettuare lo stretching dei muscoli glutei (extrarotatori di anca).  Mantenere la posizione per almeno 30 secondi. Da ripetere 5 volte.


5. STRETCHING MUSCOLI GLUTEI 2

Questo esercizio serve per allungare i muscoli glutei. Da ripetere almeno 10 volte da ambo i lati. E’ consigliato effettuare l’esercizio mantenendo la posizione per 30 secondi oppure in maniera più dinamica come mostrato nel video.


6. INIBIZIONE DEL MUSCOLO PIRIFORME CON PALLINA DA TENNIS

Questo esercizio serve per rilasciare le tensioni presenti a livello del muscolo piriforme. Prendere una pallina da tennis e posizionarla nella zona dolente del gluteo; posizionarsi sdraiati o per terra o su un divano / letto se questi ultimi non risultano essere troppo molli. Mantenere la posizione finchè non si avverte un rilascio a livello del punto dolente e quindi meno dolore; l’esercizio può durare qualche minuto. E’ possibile trovare altri punti dolenti nella zona in cui rieffettuare la procedura sopra descritta.