Sindrome del tunnel carpale ed osteopatia

La sindrome del tunnel carpale è una patologia che si crea in seguito ad un incarceramento del nervo mediano nel tunnel carpale, un tunnel osteo fibroso a livello del polso.

Il nervo mediano è uno dei grandi nervi dell’arto superiore insieme al nervo radiale ed al nervo ulnare;

fuoriesce dalla cervicale e può andare incontro a compressione in vari siti a livello di braccio e avambraccio, tra i più importanti: legamento di Struthers, muscolo pronatore rotondo ed appunto il tunnel carpale. Quest’ultimo porterà il paziente a soffrire di parestesie (formicolii) ai polpastrelli delle prime tre dita più metà del quarto dito, oltre che ad una perdita di forza della muscolatura dell’eminenza tenar della mano con difficoltà nell’effettuare movimenti fini quali ad esempio lo svitare il tappo di una bottiglia. Qualora la compressione fosse presente da tanto tempo, allora la sintomatologia potrebbe risalire lungo l’arto superiore con dolore al palmo della mano, del braccio ed eventualmente fin quasi alla spalla. Le cause possono consistere nella predisposizione anatomica (tunnel stretto), gravidanza (ritenzione di liquidi), microtraumi ripetuti…L’osteopatia può essere utile per migliorare lo scorrimento del nervo a livello dell’arto superiore, sia con tecniche di rilascio miofasciale delle zone di incarceramento, sia con tecniche di stretching neurodinamico (stretching del nervo mediano). Prenota una visita per approfondire l’argomento!